L’albero di Natale perfetto: istruzioni per l’uso

Albero di Natale

L’albero di Natale perfetto: istruzioni per l’uso

Questa è una guida per realizzare l’albero di Natale perfetto.

Sta per arrivare Natale e come ogni anno inizia la stagione delle decorazioni natalizie.

L’albero di Natale è il simbolo delle feste natalizie, del calore e della famiglia.

Che la stagione delle decorazioni natalizie abbia inizio.

Scelta dell’albero di Natale perfetto

L’albero naturale è la scelta più suggestiva, la più profumata e suggestiva.

Ma anche la meno ecologica e più dispendiosa.

Provo tenerezza per tutti quegli alberelli recisi, tenuti in casa un mese e poi buttati. Peggio ancora per quelli che vengono spostati in giardino e terrazza e non più curati fino a seccarsi, perché d’altronde non servono più.

Trovo sia una scelta troppo poco ecologica.

Gli alberi artificiali sono più pratici perché possono essere riposti e riutilizzati per molti anni. Questo li rende anche più economici. In commercio ce ne sono di bellissimi ed è disponibile una grande varietà di dimensioni, qualità e colore.

Quando si parla di alberi di Natale il detto less is more non vale: bisogna esagerare.

Scegliete un albero ricco, pieno di rami di diverse dimensioni. Gli aghi devono essere corti, sagomati e ben aderenti ai rami.

Per quanto riguarda l’altezza tra la punta e il soffitto dovrebbero esserci circa 40-50 cm liberi per un eventuale puntale, mentre la larghezza va valutata in base alla grandezza della stanza.

Come montarlo

Per montare un albero di Natale artificiale bisogna partire dalla base e poi inserire il tronco.

Mettete molta cura nell’apertura dei rami. Se avete riposto i vari pezzi dell’albero in una scatola è probabile che si siano appiattiti e schiacciati. Questo vale anche per un albero artificiale appena acquistato.

Lavorare un po’ sui rami perché prendano la giusta forma è un passaggio fondamentale per avere un albero bello folto. Aprite bene i rami ed ogni singolo rametto che parte dagli stessi cercando di andare verso tutte le direzioni.

I diversi rami saranno inseriti nel tronco dal basso verso l’alto partendo dai più lunghi e terminando con i più corti.

Il trucco: come infoltirlo

Disporre le luci e le decorazioni utilizzando tutta la lunghezza del ramo vi permetterà di dare profondità all’albero e farlo sembrare più folto.

Nel caso in cui il vostro albero sia particolarmente spelacchiato, potreste comprare dei rami e dei fiori finti da ancorare al tronco fra un ramo ed un altro.

Nota di colore: a volte anche un albero bruttino può piacere. L’albero Spelacchio a Roma è stata una vera icona nel 2018. Era talmente scarno da risultare simpatico.

Posizionamento dell’albero di Natale in Casa

Il soggiorno è sicuramente il luogo più consono per l’albero di Natale. È una stanza generalmente grande e ariosa e questo posizionamento ti permetterà di scartare i regali di Natale il giorno con tutta la famiglia vicino l’albero, come da tradizione.

È d’obbligo piazzare l’albero a ridosso di una parete in modo tale che siano raggiungibili le prese per le lucine. Un albero che si rispetti ha molte luci.

Posizionate l’albero in prossimità di una finestra o un balcone, se possibile, in modo tale che la sera le luci si vedano da fuori. Il Natale più bello è quello visto dalle finestre. La magia del calore casalingo vista dall’esterno, i rami con le palline, le luci ad intermittenza. Una fotografia dolcissima.

Non posizionate l’albero in modo che sia di intralcio al passaggio o all’apertura o utilizzo di tavoli o credenze.

Decorazioni, quali scegliere

Prima di iniziare con le decorazioni, scegliete il tema ed il colore. Ricordate che L’albero di Natale raccoglierà tutta l’attenzione nella vostra casa influendo sullo stile della stessa.

Per una casa stile nordico tutta in bianco, le decorazioni in verde, legno e bianco sono molto suggestive.

Per gli amanti della vera tradizione, il rosso è d’obbligo.

Per i più modaioli, un colore acceso come il blu darà una nota glamour alla vostra casa.

Anche la forma, la tipologia ed i materiali devono essere coerenti con lo stile prescelto.

Albero di Natale

Come posizionare le decorazioni

Prima di apporre le decorazioni, dividerle per grandezza.

Posizionare sul basso e sulla parte alta le pallina più grandi e quelle medie nella parte centrale, non dimenticando di seguire con le palline più piccole tutta la lunghezza del ramo.

Anche se solo poche palline, ma non lasciate il retro dell’albero vuoto. Anche i rami sul retro si vedono frontalmente e servono a dare tridimensionalità e profondità all’albero e a renderlo più folto.

Le decorazioni dovranno essere posizionate in modo omogeneo e studiato, ma ovviamente ben venga qualche pallina in più nei punti meno folti.

Non dimenticate poi di lasciare la decorazione più bella per la punta. Che sia un puntale, un fiocco o una stella, deve essere sensazionale e proporzionato alla grandezza dell’albero.

Luci, che colore e come distribuirle

Le luci sono un elemento essenziale del Natale. Devono essere tante e belle. Ma è importante che siano scelte con cura in modo tale da creare un’atmosfera unica.

Per prima cosa, occorre scegliere un filo abbastanza lungo da poter coprire tutti gli spazi dell’albero a partire dalla presa. È possibile utilizzare due fili purché siano uguali e non creino effetti diversi.

Nel caso di un albero bianco, sarà indicata una luce fredda bianca. Nel caso di un albero in rosso e oro, andranno bene luci con colori caldi.

Le luci devono partire dalla base e seguire il tronco per poi arrivare ad ogni punta del ramo e tornare indietro. Questo conferirà profondità e ordine all’albero ed eviterà un effetto posticcio.

Sulle luci non bisogna lesinare, ce ne vogliono molte.

In generale la regola è che 300 luci sono sufficienti per ogni metro di altezza dell’albero. Per il retro ne bastano poche, purché ci siano.

Addobbi fai da te

Una delle ultime tendenze in tema di alberi di Natale è la realizzazione di decorazioni fai da te. biscotti, cioccolatini, nastri o bastoncini di zucchero.

Potreste creare dei bigliettini con dei desideri da appendere all’albero o anche piccole fotografie. Infine, potreste creare decorazioni di stoffa, carta o argilla per una perfetta personalizzazione del vostro albero di Natale.

L’idea Geniale per il vostro albero di Natale perfetto

Un’azienda produttrice di alcolici, la The Lakes Distillery, ha lanciato sul mercato un set di palline al cui interno è stata inclusa una selezione dei loro migliori gin. Le palline sono create con una particolare plastica che non altera il contenuto e vengono presentate con colorazioni che vanno dal bianco al rosso. Per bere il gin basterà prendere la pallina dall’albero di Natale, svitare il tappo e fare una bella sorsata.

È possibile acquistare le palline a questo sito per 29.95 sterline: lakesdistillery.com.

Di seguito l’immagine disponibile sul sito.

 

Palline con il gin

Pericoli per i bimbi e trucchi delle mamme

Da mamma so che anche un albero di Natale perfetto potrebbe nascondere dei pericoli per i più piccoli.

I bambini si sa sono molto attratti dalle decorazioni e dalle lucine. La tentazione di aggrapparsi all’albero, magari nel tentativo di raggiungere quella decorazione sulla cima, è fortissima.

Per evitare che il bambino si tiri addosso l’albero, può essere una buona idea piazzare la base dell’albero in una scatola da riempire con oggetti pesanti, come libri e bottiglie.

La scatola può essere foderata con carta rossa o a tema natalizio fino ad essere trasformata

in un grosso pacco natalizio con un bel fiocco.

Questo trucco vi permetterà di nascondere la base dell’albero e creare un punto di atmosfera anche sul fondo dell’albero di Natale.

Se si preferisce non usare le prese della corrente per le luci per evitare che i bambini incuriositi ci mettano le mani esistono in commercio anche luci con le batterie. Questi fili potrebbero risolvere il problema anche nel caso in cui l’albero sia stato posizionato lontano da una presa.

Io preferisco decorare l’albero di Natale solo con decorazioni in legno, plastica o stoffa. Le decorazioni in  vetro sono molto belle ma non sono adatte ad una casa con bambini.

Curiosità: come nasce la tradizione dell’albero di Natale

Secondo alcuni la tradizione dell’albero di Natale è nata a Tallin, in Estonia, nel 1441: in quell’anno nella piazza del Municipio, Raekoja Platsera, era stato messo un grosso albero con lo scopo di riunire giovani donne e giovani uomini per ballare insieme e trovare la propria anima gemella.
Secondo altri la tradizione è nata in Germania il 24 dicembre nel corso di un gioco religioso medioevale, il “gioco di Adamo e di Eva” (Adam und Eva Spiele), in cui venivano riempite le piazze e le chiese di alberi di frutta e simboli dell’abbondanza per ricreare l’immagine del Paradiso.

Inizialmente la tradizione degli alberi di Natale era relegata ai luoghi pubblici. Fu solo nel XVII secolo ed agli inizi del secolo successivo che la tradizione si spostò nelle case e divenne una vera e propria tradizione familiare.In Italia, nella seconda metà dell’Ottocento, la regina Margherita fu prima ad addobbare un albero di Natale al Quirinale fino ad arrivare nel dopoguerra a diventare uno dei simboli per eccellenza delle festività natalizie.

RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT